Storia del Teatro

Splendido esempio di “Teatro all’Italiana” il Teatro Comunale di Cento è stato progettato dall’architetto Antonio Giordani in collaborazione con Fortunato Lodi.
I lavori di costruzione iniziarono il 5 maggio del 1858. Venne inaugurato il 15 Agosto del 1861. Nel 1924 è stato intitolato al grande tenore centese Giuseppe Borgatti.

Tra il 1964 e 1974 il Teatro è stato accuratamente restaurato e riportato agli antichi fasti ottocenteschi di Teatro Lirico.
Situato nel cuore di Cento, a pochi passi da Piazza del Guercino, l’edificio spicca tra i palazzi storici del centro (caratterizzati dai tipici mattoni rossi di cotto ferrarese) per la singolare decorazione a bande rosse e gialle, arricchita da una preziosa ornamentazione in cotto raffigurante personaggi celebri e scene musicali, decorato con fregi mitologici e naturalistici.

L’interno si presenta nella tradizionale tipologia “all’italiana”, con pianta a ferro di cavallo, il palcoscenico e la “buca” per l’orchestra, la platea dal pavimento in legno con poltrone dai velluti rossi, tre ordini di palchi e il loggione.
Il tutto raccolto in una raffinata cornice romantica, ricca ed elegante, impreziosita con raffinati affreschi e decorazioni a stucco.

Elegante e perfetto dal punto di vista acustico è il Ridotto del Teatro, delicato nei toni dell’azzurro, impreziosito da lampadari, tendaggi e specchi dalle cornici dorate.
Nel soffitto si conservano intatti gli affreschi che Canape e Beltrami realizzarono nel 1863.
Particolarmente adatto ad ospitare concerti di musica classica è utilizzato anche in occasione in convegni, congressi, conferenze stampa e corsi di formazione.

All’interno del Teatro trovano collocazione il “Museo Borgatti” con cimeli donati personalmente dal tenore alla città, inaugurato nel 1933 ed il “Museo Arrigo Tassinari” che raccoglie fotografie e documenti dell’illustre flautista centese. I due musei, visitati ogni anno da turisti e studenti, sono stati interamente risistemati nel 2000.

L’elegante cornice ottocentesca ha ospitato personaggi e spettacoli degni di una grande tradizione che hanno meritato al Teatro Borgatti la fama de “il più grande dei piccoli teatri”.

pandureraVi si svolge annualmente un’intensa e ricca stagione teatrale che prevede spettacoli di Prosa, Operetta, Musica Classica, Cabaret, Teatro Dialettale, Spettacoli per Giovanissimi, Musica da Camera, Spettacoli Musicali. La proprietà dell’edificio è comunale.

La gestione è affidata alla “Fondazione Teatro G. Borgatti“, che gestisce anche il Centro Polifunzionale Pandurera.