News e altre attività della Fondazione

Domenica 16 Marzo ore 18
Margot Sikabonyi e Alessandro Tiberi
incontrano il pubblico

Domenica 16 Marzo ore 18 </br> Margot Sikabonyi e Alessandro Tiberi</br> incontrano il pubblico

Domenica 16 Marzo

  • ore 18,00 Pandurera Margot Sikabonyi e Alessandro Tiberi incontrano il pubblico
    Moderatore: Giuliano Monari
  • ore 21,00 Pandurera “Costellazioni” di Nick Payne  con Margot Sikabonyi e Alessandro Tiberi

La popolare attrice Margot Sikabonyi nota al grande pubblico per il ruolo di Maria Martini nella popolare serie TV “Un medico in Famiglia” arriva a UN MEDICO IN FAMIGLIA 7 -2Cento. Insieme ad Alessandro Tiberi (“To Rome with Love” di Woody Allen) incontreranno il pubblico prima dello spettacolo che li vedrà  in scena sul palco dell’Auditorium Pandurera.

Costellazioni è la storia d’amore tra Marianna e Orlando, le loro vite e “tra loro” la teoria del multiverso. Orlando è un tipo alla mano, che si guadagna da vivere facendo l’apicoltore. Marianna è una donna intelligente e spiritosa che lavora all’Università nel campo della cosmologia quantistica. Sono questi gli elementi di Costellazioni.

Sì, perché c’è una teoria della fisica quantistica che sostiene l’esistenza di un numero infinito di universi e quindi infinite possibilità. Tutto può succedere e tutto può cambiare: è questione di scelte.
Nick Payne applica questa teoria ad un rapporto di coppia dando vita ad una commedia romantica che racconta della relazione tra Marianna e Orlando dal loro primo incontro fino alla loro, eventuale, possibile separazione. Quante volte ci siamo chiesti: «chissà come sarebbe andata se…», in Costellazioni lo spettatore ha la possibilità di ripercorrere la vita dei due protagonisti e assistere a tutte le possibili digressioni: Marianna e Orlando si incontrano, sono fidanzati, non sono fidanzati, fanno sesso, non fanno sesso, si perdono, si ritrovano, si separano e si incontrano di nuovo. È questione di variabili. È questione di scelte: «Mettiamo il caso che esista solo il nostro universo, ci sono un solo te e una sola me, unici. Se questo fosse vero ci sarebbe una sola scelta. Ma se invece esistono tutti i futuri possibili allora le decisioni che prendiamo o no, determinano il futuro che sperimenteremo. Tu immagina di tirare un dato 6mila volte».

Il testo del giovane drammaturgo inglese parla della relazione uomo-donna, ispirandosi alla teoria del caos ed esplora le infinite possibilità degli universi paralleli: una danza giocata in frammenti di tempo. Più di 100 scene in 75 minuti. In questa danza la più sottile delle sfumature può drasticamente cambiare una scena, una vita, il futuro. Nel testo si ripercorrono più versioni dei vari momenti cruciali della relazione di Orlando e Marianna: dalla conoscenza, alla seduzione, al matrimonio, al tradimento…

È un’indagine sul libero arbitrio e sul ruolo che il caso gioca nelle nostre vite. Ma non si tratta di un testo scientifico, non è niente del genere.

Assolutamente divertente, ma disperatamente triste è proprio il suo dinamismo intellettuale ed emotivo a rendere il testo unico e travolgente.

Scopriamo un po di più su questi giovani attori:

Margot Sikabonyi è un`attrice italiana di padre ungherese e madre canadese nata a Roma il 16 Dicembre 1982.

Margot Sikabonyi, all`anagrafe Laura Marguerite Sikabonyi, è un`attrice italiana di padre ungherese e madre canadese nata a Roma nel 1982.
un-medico-in-famiglia-Margot-Sikabonyi_650x447Il suo primo vero successo è dovuto all`apparizione su Rai Uno nella prima stagione di Un medico in famiglia (1998), dove interpreta il ruolo di Maria Martini. Nel 2000 riappare sul piccolo schermo nella seconda stagione di Un medico in famiglia. Nello stesso anno è impegnata per la prima volta in un lavoro teatrale, rappresentato al Teatro Parioli a Roma e diretto da Luca Barbareschi, Popcorn – Inferno in diretta, in cui è co-protagonista con il ruolo di Velvet. Sempre nel 2000 intepreta il ruolo di Julie nel film televisivo Fuga d`amore, titolo italiano di On n`a qu`une vie, diretto da Jacques Deray a Malta e Parigi.

Nel 2004 veste i panni di Clementina nella commedia musicale diretta da Pietro Garinei, Aggiungi un posto a tavola, dove è protagonista insieme a Giulio Scarpati.

Riprende a lavorare nel gennaio del 2006, dopo un periodo trascorso all`estero, con il musical Io sono felice, scritto e diretto da Giuseppe Miale di Mauro, dove recita con Daniele Russo e Ilaria Scarano ed interpreta il ruolo di Giulia. Nello stesso anno gira l`episodio pilota della sit-com Toilette, regia di Francesca Draghetti, e il film Deadly Kitesurf, diretto da Antonio De Feo a Malindi (Kenya), con Giulio Berruti e Alessio Di Clemente.

Tra il 2006 e il 2007 gira la quinta stagione di Un medico in famiglia, in onda dal 15 marzo 2007 su Rai Uno. Nel 2007 appare anche come guest star nell`episodio Exit Strategy della sit-com Boris, diretta da Luca Vendruscolo e trasmessa dal 16 aprile 2007 sul canale Fox di SKY. Inoltre gira Lontano da qui, uno degli episodi della miniserie in quattro puntate, Rex, regia di Marco Serafini, in onda su Rai Uno nel 2008, anno in cui è anche tra le guest star della seconda stagione della sit-com Boris.

Tra il 2007 e il 2008 frequenta la Vancouver Film School, scuola di recitazione di Vancouver, dove gira i cortometraggi Standing on One Leg, regia di Andrew Moxham, e Warehouse Games, scritto e diretto da Alejandro Montoya Marin. Nel 2009 ritorna su Rai Uno con la sesta stagione della serie Un medico in famiglia. Inoltre gira la miniserie in due puntate, Sotto il cielo di Roma, regia di Christian Duguay, in onda nel 2010 su Rai Uno.

 

Alessndro Tiberi Nasce a Roma. Figlio dell’attore e doppiatore Piero Tiberi, inizia a lavorare come doppiatore e a recitare sin da piccolo.alessandro-tiberi

È lunga la lista di attori del cinema che Tiberi ha doppiato. Tra questi vi sono Leonardo DiCaprio, Eddie Kaye Thomas (American Pie), Tobey Maguire e Jeremy Davies. Numerose anche le “presenze” in telefilm tra cui Genitori in blue jeans, Gli Osbourne, Settimo cielo e Una mamma per amica. Di Tiberi la voce di Ataru Moroboshi nel fortunato anime Lamù e di Fievel nel film d’animazione Fievel sbarca in America. Nella serie Smallville, per tre stagioni (2002 – 2004), ha doppiato Samuel Jones III ovvero Pete Ross e nella serie TV Nikita, per le cinque stagioni (1999-2002), ha doppiato Matthew Ferguson ovvero Seymour Birkoff/Jason Crawford.

Nelle vesti di attore ha iniziato nel 1990 con una parte nel film Ultrà. Seguono altre partecipazioni più o meno rilevanti in: Ci hai rotto papà, The House of Chicken, Piovono mucche, Ascolta la canzone del vento, Forse si…Forse no…, Scrivilo sui muri e Aspettando il sole. Ottiene un ruolo da protagonista nel 2009 per Generazione 1000 euro, con Paolo Villaggio e Francesco Mandelli.

Nel 2005 ottiene un ruolo nella miniserie tv Ho sposato un calciatore. Sempre sul piccolo schermo lavora nella sit-com Boris (2007-08), in onda sul canale satellitare Fox e la miniserie tv Quo vadis, baby?, in onda prima su SKY Cinema e successivamente su Italia 1.

Nel 2012 è uno dei protagonisti di To Rome with Love di Woody Allen ed è nel cast di Immaturi – Il viaggio di Paolo Genovese; vince inoltre il premio per la migliore interpretazione maschile al Festival di Annecy per il film Workers – Pronti a tutto di Lorenzo Vignolo.