News e altre attività della Fondazione

Considerazioni sulla Stagione 2014

Considerazioni sulla Stagione 2014

La Stagione teatrale 2014 organizzata dalla Fondazione Teatro Borgatti e svoltasi al centro polifunzionale Pandurera di Cento, si è conclusa lo scorso 17 maggio. In cinque mesi sono stati proposti alla cittadinanza, e non solo, ben 7 cartelloni per un totale di 23 spettacoli. Prosa, Prosa in Rosa, Musical, Lirica, Altro Teatro, Danza, Dialettale. Dopo gli eventi sismici del maggio 2012, Cento è riuscito a non interrompere la propria tradizione teatrale utilizzando uno spazio nuovo per la comunità: il PalaBorgatti, teatro tenda importante non solo per la vita teatrale ma per tutte le iniziative di aggregazione degli abitanti del territorio. Terminata la Stagione 2012/2013 ci si è attivati per riportare “quasi a casa” gli spettatori. “In attesa di rientrare nell’auditorium Pandurera – afferma Claudia Tassinari, presidente della Fondazione e assessore alla cultura – abbiamo organizzato due eventi in luoghi differenti e suggestivi, rivelatisi poi funzionali e adatti alle esigenze. Il Concerto di Capodanno si è infatti svolto all’interno della chiesa di San Lorenzo, una cornice splendida, e “A piedi nudi nel parco”, primo spettacolo del cartellone di Prosa, è andato in scena nell’aula magna della scuola media di Renazzo; anch’essa restaurata e modificata grazie agli interventi post terremoto”.

Riassunto Il 26 gennaio la Pandurera apre ufficialmente i battenti e lo fa in grande stile: la struttura è stata sottoposta a un restyling completo; ora vanta un’ottima acustica e un’ottima visibilità. “Vorrei sottolineare che, per andare in contro al pubblico e consentire a chiunque volesse di venire a teatro, abbiamo abbassato notevolmente i prezzi dei biglietti e introdotto formule di abbonamento flessibile che hanno dato la possibilità allo spettatore di scegliere di assistere a spettacoli diversi senza essere vincolati dal cartellone. In più – prosegue la presidente – abbiamo deciso di dare un segnale forte ai giovani per incentivare la loro presenza a teatro. Tutti gli under 21 hanno potuto assistere a qualsiasi piéce al prezzo unico di 8 euro”. Ma non è finita: le novità introdotte dalla Fondazione Teatro Borgatti con la Stagione 2014 non sono unicamente a sfondo economico. Per la prima volta infatti si dato vita alla “Prosa in rosa”, uno sguardo al teatro tutto al femminile. Numerose e prestigiose le ospiti che si sono esibite sul palco della Pandurera; una su tutte Lina Wertmuller. Inoltre, ogni rappresentazione è stata anticipata da un’altra novità: gli incontri con il pubblico. A poche ore di distanza dallo spettacolo gli artisti hanno incontrato gli spettatori per conversazioni informali , moderate dal giornalista Giuliano Monari, riguardanti lo spettacolo ma anche il teatro e il cinema in senso più ampio. Altra importante iniziativa è stata quella dei workshop rivolti alle scuole di danza. Il coreografo di fama internazionale Matteo Levaggi del Balletto Teatro di Torino ed il solista Vito Pansini hanno tenuto una bellissima lezione per gli allievi delle scuole locali. Con Artemis Danza e Monica Casadei le allieve hanno avuto la possibilità di partecpare in qualità di comparse allo spettacolo serale. Abbiamo continuato il nostro impegno con l’Opera Lirica proponendo anche nella stagione appena conclusa due opere liriche in co-produzione che sono poi state rappresentate in altri teatri in Italia e Spagna. In occasione della rappresentazione delle due Opere in cartellone abbiamo organizzato altrettanti incontri o meglio “guide all’ascolto” che grazie alla competenza di Athos Tromboni hanno introdotto le opere che poi sarebbero state rappresentate sul palco della Pandurera. Altra cifra importante della stagione è stata una attenzione ad alcune ricorrenze o date particolari. Così lo spettacolo di Emanuela Grimalda ci ha fatto festeggiare la Festa della Donna a teatro, lo spettacolo di Ivano Marescotti si è inserito a pieno titolo nelle celebrazioni per i 70 anni dalla Resistenza e l’ultimo evento in stagione, la prima nazionale del musical “Out-ing” ha celebrato la Giornata Mondiale contro l’Omofobia.