Musica da salotto tra Otto e Novecento

Sabato 19 Ottobre – ore 17
Casa Pannini – Cento

Elisa Biondi – Soprano
Elisa Del Piccolo – Pianoforte

Programma

Robert Schumann (1810-1856) Frauenlíebe und -1eben, Op. 42, Nr. 1-8, 1840 (Adalbert von Chamísso)

Claude Debussy (1862-1918) Nuit d’Etoíles, 1880  (Theodore de Banville)
Romance, 1885 (Paul Borget)

Charles Gounod (1818-1893) Chanson de Printemps, 1860 (Eugene Tourneaux)

Gabriel Fauré (1845-1924) Après un rêve, op. 7, 1877  (Romain Bussîne)
Les Berceaux, op. 23, Nr. 1, 1881 (Sully Prudhomme)

Francis Poulenc (1899-1963) Les Chemins de l’Amour, 1940 (Iean Anouilh)

Erik Satie (1866-1925) La Diva de “L’Empire”, 1904 (Dominique Boimaud-Numa Blès)

 

Elisa Biondi

BiondiDopo la maturità scientifica, Elisa si dedica allo studio del canto diplomandosi nel 2005 presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Frescobaldi” di Ferrara sotto la guida di Giuliano Ciannella.
Nel 2003 ha frequentato il “Corso superiore di Direzione d’orchestra e formazione orchestrale per l’opera lirica” di Corrado de Sessa partecipando attivamente alle lezioni per l’approfondimento di arie d’opera di G. Verdi, G. Puccini, G. Rossini e G. Bizet.
Nel 2007 è stata ammessa alla frequenza al corso di formazione per cantanti lirici “Dal belcanto al verismo” a Cerignola (Foggia) dove ha ottenuto una menzione speciale e si è esibita nel concerto spettacolo “Maria Callas: voce di donna” con l’orchestra lirico sinfonica della provincia di Bari al Teatro comunale “S. Mercadante” di Cerignola. Dal 2010 collabora con l’Accademia Veneta dello Spettacolo per la quale si esibisce in diversi concerti e serate musicali.
Ha partecipato a svariate produzioni promosse dal Conservatorio di Ferrara: nel ruolo della protagonista ha debuttato nell’opera “Lo scoiattolo in gamba” di Nino Rota, nell’intermezzo musicale “Livietta e Tracollo” di Pergolesi. Nel 2006 e nel 2007 è stata selezionata come corista nell’”Oedipus Rex” di Stravinskij e nel “Prometheus” di Orff con i quali si è inaugurato il “Festival Internazionale del Teatro classico dei giovani” al Teatro Greco di Acreide in provincia di Siracusa e al Teatro Rossini di Pesaro. Nel 2001 e nel 2002 ha fatto parte, in qualità di solista, del gruppo “D.S.G.” Ensemble con il quale ha affrontato il repertorio barocco e proponendo anche alcuni brani inediti di Perti e Cazzati. Ha partecipato a numerosi concerti in circoli lirici ed è stata invitata a cantare in occasione dell’assegnazione di uno speciale premio a Renato Bruson e Juan Diego Florez.
In qualità di solista ha inoltre cantato nel “Gloria” di Vivaldi, nella cantata “Wachet auf, ruft uns die stimme” di J.S. Bach, nello Stabat Mater di Pergolesi e nella Missa Brevis di Haydn.

Elisa Del Piccolo

Elisa-Del-PiccoloNasce a Bologna nel 1976. Si diploma nel 1999 in pianoforte col massimo dei voti presso il Conservatorio “Girolamo Frescobaldi” di Ferrara, sotto la guida della Professoressa Florenta Barbalat.
Oltre alle riconosciute capacità di esecuzione solistica, dimostra già nel corso degli studi una predisposizione per la musica da camera sia strumentale che vocale, tenendo numerosi concerti.
Nel 1998 segue il corso del M° Dalton Baldwin a “L’ Académie Internationale d’ Eté” di Nizza, conseguendo il diploma di “Interprétation chant et piano” (Musica Vocale da Camera).
Terminati gli studi accademici studia canto e composizione per ampliare le proprie conoscenze in materia musicale.
Collabora come copista per compositori spaziando dalla musica più classica alla contemporanea, utilizzando i più recenti softwares musicali.
Dal 2001 al 2005 lavora in Francia come pianista accompagnatore e direttore di scena di opere liriche (Traviata, Don Carlo, Nabucco, Rigoletto, Il flauto magico, Carmen, Aida, Le nozze di Figaro, La Bohème, Madama Butterfly, Tosca, Otello, Il barbiere di Siviglia, Don Giovanni) toccando città e Teatri di prestigio (Paris, Grenoble, Bordeaux, Biarritz, ecc).
Dal 2003 al 2005 viene invitata dal Teatro Borgatti di Cento come direttore di scena per le opere liriche di cartellone.
Nel corso degli anni ha mantenuto viva la sua attività di insegnamento del pianoforte, che dal 2006 è tornata ad essere la sua attività principale. Un impegno a cui si dedica con passione, poiché ritiene che la musica sia elemento fondamentale per la crescita, lo sviluppo e la maturazione di ogni individuo.